Dragoni - Think Green

E’ il nuovo concetto di Total Care proposto da Dragoni a partire da questa stagione che si prefigge di prestare particolare attenzione nella selezione delle fibre a partire dal cotone Organico o BCI e con mischie di Tencel, Modal ed Ecovero .
Questi tessuti vengono lavorati internamente all’interno della ns tintoria che è certificata Oeko-Tex Standard 100 classe 1 appendice 6.
Nella preparazione vengono usati enzimi eco sostenibili e poi il tutto tinto e finito con l’uso di coloranti e finissaggi il più possibile eco sostenibili e con minor impatto ambientale.
Think Green ci porta ad aumentare ogni  stagione la percentuale degli articoli sostenibili all’interno della ns proposta e a migliore continuamente il processo produttivo.


L’impegno verso la sostenibilità, aspetto che sta riscuotendo sempre maggior interesse e importanza nei rapporti commerciali e sociali, si traduce nella architettura del processo produttivo focalizzando l’ attenzione principalmente sulla salvaguardia dell’ambiente e del patrimonio sociale. L’ambiente è un patrimonio che deve essere tutelato e salvato da uno sfruttamento indiscriminato e senza coscienza. Ciascuno di noi moralmente deve fare quanto possibile per non compromettere ulteriormente la situazione. 


La Dragoni ha sempre cercato di essere all’avanguardia sulla parte ambientale e sociale; è tra le prime aziende a certificarsi Oeko Tex Standard 100, fornendo un prodotto con caratteristiche chimico/fisiche all’avanguardia, si è dotata di un impianto fotovoltaico in grado di produrre una quantità di energia pulita sufficiente a coprire quasi totalmente le necessità interne, ha sostituito il sistema di illuminazione dei magazzini con luci a led a basso consumo. Non ultimo l’ottenimento della certificazione Gots per la vendita di tessuti in cotone organico. La Dragoni ha investito soprattutto dal punto di vista ambientale nella controllata Sifta, dove si è scelto di intraprendere un percorso industriale e di ricerca indirizzato all’eliminazione progressiva e anticipata delle sostanze chimiche con forte impatto ambientale utilizzate nel processo e all’implementazione dei più moderni sistemi di abbattimento e controllo delle emissioni.

Inizialmente si è scelto di ottenere la certificazione Oekotex std 100 classe 1 appendix 6 per garantire requisiti ecologici sul prodotto finito di livello superiore e successivamente di intraprendere un percorso virtuoso finalizzato al perseguimento della certificazione Step by Oeko Tex che definisce le linee guida per il miglioramento tecnico/organizzativo dei principali settori dell’azienda, a partire dai processi di acquisto, di gestione (valutazione alla catena di fornitura) e di smaltimento delle sostanze chimiche, sviluppo dell’area salute e sicurezza nel rispetto delle normative vigenti e della gestione ambientale con la misurazione delle performance e dei miglioramenti, e non ultimo ma allo stesso modo importante delineando quella che è la politica sociale e il rispetto del codice etico.

Sifta opera con autorizzazione integrata ambientale (A.I.A), permesso che obbliga l’azienda a mantenere un sistema organizzativo di controlli, di manutenzioni e di verifiche periodiche estremamente puntuale e in modo severo per monitorare i limiti ambientali previsti dal regolamento Regionale in termini di emissioni in atmosfera (fumi esausti dal ciclo produttivo), emissioni nel suolo (acque di scarico dal ciclo produttivo) attraverso sistemi di monitoraggio in continuo e tecnologicamente in progressivo aggiornamento.

L’azienda è dotata di depuratore biologico a due stadi, di un abbattitore elettrostatico per le emissioni in atmosfera derivanti dagli impianti di asciugamento, di uno scrubber a doppio stadio (basico/ossidativo ed acido) per l’abbattimento delle emissioni in atmosfera anche odorigene derivanti dall’impianto di bruciapelo. La politica ambientale di Sifta sta ulteriormente progredendo con l’implementazione di nuovi cicli di lavoro e innovative materie prime che permettono di ridurre il consumo di acqua ed energetico per kg di prodotto trasformato; tutto questo si traduce in minori quantità di CO2 immesse in atmosfera.